riconoscimento Net Parade

In classifica sito

martedì 17 marzo 2015

Un giorno d'inverno che è quasi primavera




Dal parapetto del ponte,
scruto l’incresparsi dell’acqua
fino all’uscita del porto.

Una bizzosa tramontana morde la pelle,
arruffa i capelli e disperde i pensieri.

Lo sciabordio sommesso delle onde
ricorda il rumore del mare
rinchiuso dentro una conchiglia.

Cigola il sartiame degli ormeggi;
striduli gabbiani
fendono l’aria in battere e planare.

Respiro il profumo del salmastro,
odore di pesce fritto dai barchini,
sentore di pioggia imminente.

Effluvi di una primavera
che gioca a nascondersi e svelarsi,
mentre il vento sospinge lontano le nuvole
e libera squarci d’azzurro
nel livore del cielo.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento: verrà pubblicato non appena lo avrò visionato.