riconoscimento Net Parade

In classifica sito

sabato 6 aprile 2013

Eva contro Eva


La guardo, seduta di fronte a me. Subito mi pento di aver voluto incontrarla. “Lo amo. Mi dispiace tanto”: le uniche parole che riesce a farsi uscire dalle labbra tirate. Mi fissa, con quegli incredibili fiordalisi al posto degli occhi. È poco più di una bambina, potrebbe essere la figlia che non ho avuto. La immaginavo così diversa… no, non ce la faccio: non riesco a odiarla. Che colpa può avere una smarrita, fragile Eva, se non quella di essersi trovata tra le mani la mela proibita? “Non lasciare che ti faccia troppo male” sussurro, posando una mano sulla sua. Mi alzo; me ne vado senza voltarmi.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento: verrà pubblicato non appena lo avrò visionato.